SALVATORE SPARAVIGNA

Sparavigna

Giornalista, fotografo, videomaker.
Nato a Torre Annunziata (NA) il 2 giugno 1958. Vive tra Napoli e New York City.
Nel 1980 comincia a collaborare professionalmente come free-lance fotografo con alcuni quotidiani napoletani.
Subito comincia ad allargare le sue collaborazioni affacciandosi al mercato editoriale nazionale e coprendo gli avvenimenti più significativi dell’attualità e del costume regionale, propone le sue immagini a varie testate ed agenzie fotografiche nazionali.
Nel 1986, capito ormai i meccanismi basilari della produzione fotogiornalistica per l’editoria e l’informazione, crea la FO.R.N.ASS. (FOtografi & Reporters Napoletani ASSociati - www.fornass.com), la prima agenzia napoletana di produzione fotogiornalistica e banca d'immagini del territorio, coordinando così la produzione e le idee di molti altri fotoreporters.
Ben presto le sue foto e quella della sua agenzia, sono presenti con continuità sulle più importanti e prestigiose testate nazionali ed estere. Per molti anni collabora in maniera continuativa al settimanale “L’Espresso” coprendo i più importanti avvenimenti del meridione.
Negli anni novanta comincia a proporsi con reportages fotografici a più ampio respiro e qualità ed è subito notato da Franco Léfèvre, mitico Picture Editor de Il Venerdì della Repubblica, il primo magazine italiano dedicato a grandi reportages fotografici di qualità, con il quale firma alcuni tra i più importanti fotoreportages di quegli anni.
Si apre così ad una collaborazione con alcuni settimanali e mensili europei e, come corrispondente, con alcune Agenzie fotogiornalistiche internazionali.
Nel frattempo, nel 1997 crea il primo magazine napoletano multimediale su internet “Napoli Live Web News”, utilizzando tutte le particolarità che internet cominciava ad offrire a coloro che volevano diversificare un informazione, sino ad allora, predominante sulla carta stampata.
Con gli anni e l’esperienza matura una sensibilità alle problematiche della sua attività e per una maggiore tutela della sua professione, diviene socio e promotore di alcune associazioni nazionali professionali di categoria, tra cui il G.A.D.E.F.” (Gruppo Agenzie Distributori E Fotoreporters – www.gadef.com).
Oltre ad una attività fotogiornalistica, cura con particolare interesse un suo aspetto artistico, esponendo, con mostre e collettive, alcune sue idee e progetti. Fin dall’inizio della sua attività, infatti, nutre un particolare interesse nel documentare le condizioni di disagio e di rischio dei minori a Napoli, raccogliendo un’importante documentazione sull’evolversi della delinquenza minorile. Inoltre, nel 1984 è invitato, a Barcellona, come unico artista italiano, alla prima rassegna di “Tendencias”, festival dei giovani artisti emergenti del Mediterraneo, e le sue immagini in b/n su una nuova Napoli, riportarono recensioni e consensi sulla stampa specializzata.
Dal 1990 al 2005 è impegnato nella ricerca dell’essenza dell’eternità del tempo attraverso la sovrapposizione di facce attuali, cariche di espressività universali, su vestigia dell’antichità e chiamerà questa ricerca “Carne di Piperno”. Nel Luglio 2005 ha ideato e realizzato il cortometraggio “Jader grida!” (sua opera prima) riportando notevole successo di critica nei concorsi nazionali a cui ha partecipato.
Nel 2006 inizia a lavorare su alcuni progetti a New York e nell’aprile del 2007è chiamato dallo staff del Sindaco M.Bloonberg a rappresentare l’Italia nella Settimana Culturale dell’Immigrazione a NYC, con la mostra “Faces of ItaliaNY (www.facesofitalia.net), prima di una lunga serie di un progetto che lo vedrà in giro per il mondo tra le comunità Italiane.
Da alcuni anni, inoltre, è l’ideatore del progetto internazionale “Le pose del caffè a…” (www.leposedelcaffe.org e www.coffeeandpeace.net ) che lo vede realizzare dei ritratti a noti personaggi con la mitica “tazzulella” di caffè in mano, mentre si esprimono su tematiche particolari. Dal(2008 è impegnato in una ricerca fotografica in b/n sul colore nero e alla realizzazione a New York, di un documentario sulla schiavitù dei bambini.
Nel 2009 si dedica esclusivamente alla produzione di video news e cortometraggi realizzando “A camorra…song io?”(www.acamorrasongio.it), uno spaccato crudo della società napoletana che evidenzia quanta indifferenza e connivenza è presente in ognuno di noi, e “La scossa”, un docunews sulla condizione dei giornalisti napoletani asserviti al potere.
Ha da poco realizzando il progetto “Se la mia strada fosse stata un'altra?” (www.lamiastrada.it) dove con un set di tipo cinematografico trasforma noti personaggi napoletani in “clochard” per evidenziare, fotografandoli, che dietro ai senza fissa dimora ci sono esseri umani con le loro storie e i loro drammi ed è in procinto di presentare la webTv www.lamiastrada.tv, la prima webTv in Campania dedicata agli esclusi, agli emergi natio e a chi voce non ha.

Ha partecipato a varie mostre e collettive tra cui:
2009: “’A camorra...song io?” - documentario.L’anteprima si è tenuta a Casal di Principe giovedì 19 marzo alle 19,30 in Piazza Vittorio Emanuele, per la XIV° Giornata nazionale della memoria e dell’impegno per tutte le vittime delle mafi, organizzata da Libera.
A seguire la proiezione del 29 aprile al MAV (Museo Acheologico Virtuale) di Ercolano, il 7 maggio al PAN (Palazzo delle Arti Napoli), il 19 novembre di nuovo al MAV per la giornata della legalità.
2009: “Emergency room – PAN Napoli. Nell’ambito della rassegna “Emergency room” (19 marzo-20 aprile), espone una sua fotografia su una delle tante emergenze dei nostri giorni, dal titolo “racket”: una finestra bruciata e con il vetro in frantumi da cui si può ammirare il nostro panorama.
2008: “Il mio Gomorrah! – PAN Napoli, Comune Cosenza, Etc.
Con il suo Slide Show “Il mio Gomorrah”, partecipa alle varie letture avvenute in tutta Italia, del libro Gomorra di Roberto Saviano, organizzate per manifestare solidarietà allo scrittore, dopo le minacce subite dal clan dei Casalesi.
2007: “Faces of ItaliaNY” – Italalian American Museum - New York. Accanto alla "Settimana della”Storia degli Immigranti" promossa dal Sindaco di New York, L'Italian American Museum ospita dal 16 aprile al 29 giugno 2007 un “excursus” nei vari momenti delle Comunità Italo-americane di New York: dalle processioni di Brooklyn, le donne eleganti delle notti mondane, alle coppie che ballano nei salotti alla moda, mettendo a fuoco “le facce” italo-americane, l'incontro di volti differenti, rivelando l'espressione di un'identità culturale antica evidenziata attraverso l'occhio del fotografo, che sottolinea così, i movimenti tipici degli italiani.
2006: “Le pose del caffè…a New York” – Regione Campania New York. Terza mostra della serie “Le pose del caffè a…”. Gli italoamericani più famosi e conosciuti della città di New York decantano la loro italianità ed il loro amore per il caffè, degustando il loro espresso italiano.
2006: “Tracce di Gomorra” Napoli –LaNa Laboratorio Napoletano. Mostra collettiva dei fotogiornalisti napoletani sulla lotta alla camorra a Scampìa, in occasione della presentazione del libro “Gomorra” di Roberto Saviano.
2005: “Sguardi di Solidarietà” Napoli -Chiostro S. Maria La Nova (per il sud-est asiatico). Mostra collettiva dei fotogiornalisti napoletani con vendita all’asta delle foto per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni del sud est asiatico colpite dallo tsunami.
2004: “Le pose del caffè…a Capri” - Capri Palazzo dei Congressi. Seconda mostra della serie “Le pose del caffè a…”. Le coppie più famose dell’isola azzurra, decantano la bellezza e il silenzio dell’isola, degustando il loro caffè nei posti più caratteristici.
2004: “La Sicilia vista con gli occhi del mondo” - Palermo, Fiumara d’arte. Sette scrittori internazionali e sette fotografi europei raccontano (e si raccontano), a loro modo, la Sicilia.
2003: “Le Pose del Caffè…a Napoli” - Napoli - Castel dell’Ovo – (giugno) Prima mostra della serie “Le pose del caffè a…”. Noti e famosi personaggi napoletani fotografati con la mitica “tazzulella” raccontano il loro mondo e il loro intimo momento dedicato al caffè.
2002: “Palestina: appunti di viaggio” - Napoli - Caffè letterario Intra Moenia. Il dramma del popolo palestinese e dei campi profughi in 50 immagini in b/n
2001: “Carne di Piperno” - Napoli, Mostra permanente nella sede dell’Associazione Napoli Sotterranea. Ricerca dell’essenza dell’eternità del tempo attraverso la sovrapposizione di facce attuali, cariche di espressività universali, su vestigia dell’antichità
2000: “Adolescenza: quale futuro ?” - Pagani (SA), Premio Nazionale. Corto d’autore M.Torre. Un crudo reportages in b/n sulle condizioni a rischio dei minori nel napoletano, dal 1980 ai giorni d’oggi.
1998: “Adolescenza:quale futuro ?” - Barra (NA), Festival dell’Unità – (17/20 giugno). Un crudo reportages in b/n sulle condizioni a rischio dei minori nel napoletano, dal 1980 ai giorni d’oggi.
1998: “I fotografi dell’Associazione Professionale Tau Visual in Italia” - Mostra itinerante nelle città italiane. L’importante Associazione Nazionale di fotografi professionisti si presenta con una mostra fotografica.
1997: “Adolescenza:quale futuro ?” - Firenze, Istituto degli Innocenti (congresso nazionale sulla devianza minorile). Un crudo reportages in b/n sulle condizioni a rischio dei minori nel napoletano, dal 1980 ai giorni d’oggi.
1996: “Abbandono scolastico a Napoli” – Napoli: Congresso Nazionale UIL Scuola c/o Istituto. Don Bosco. Un crudo reportages in b/n sulle condizioni a rischio dei minori nel napoletano, dal 1980 ai giorni d’oggi.
1995: “Volti di Piperno” - Napoli, Caffè Letterario Intramoenia. Ricerca dell’essenza dell’eternità del tempo attraverso la sovrapposizione di facce attuali, cariche di espressività universali, su vestigia dell’antichità
1994: “Obiettivo sul '93: i fotoreporters di Napoli” - Napoli, Associazione Logos, mostra e foto libro. Un anno di cronaca, attualità, avvenimenti vari, attraverso le più suggestive immagini dei fotoreporters napoletani.
1993: “Mostre Copyright: le agenzie” - Napoli, sala Copyright. 12 immagini scelte tra le più note e rappresentative agenzie fotogiornalistiche napoletane in mostra per un calendario d’autore.
1992: “Mostre Copyright: i fotografi” - Napoli, sala Copyright. 12 immagini scelte tra i più affermati fotografi napoletani, in mostra per un calendario d’autore.
1987: “I fotografi del Venerdì di Repubblica” - Milano, Galleria Il Diaframma. Nella storica e famosa galleria milanese, espongono i fotoreporters dello staff del più noto magazine italiano.
1987: “Prova su Strada” - Napoli, Spaghetteria Nilo. Istantanee di vita di strada napoletana, tra equilibri dinamici e giochi di luce, colti tra caos e teatralità napoletana.
1987: “Droga & Camorra” - Napoli, a cura della Cooperativa. Editrice SINTESI. Prima coraggiosa denuncia sui mal affari della politica locale, con mostra e foto libro, a cura di una giovane e grintosa casa editrice napoletana.
1987: “Fotografie” - Napoli, Associazione Napoli Dentro Esposizione collettiva di fotografi per la realizzazione di nuove cartoline postali.
1985: “Videopolarizzazioni” - Napoli, galleria Ricerca Aperta Una ricerca sul colore come linguaggio essenziale.
1984: “No Stop Dia” - Napoli, galleria Ricerca Aperta Proiezione “no limit” di immagini e impressioni fotografiche di un viaggio A/R
1984: “Orta di Atella: dentro le case, dentro la storia!” - Orta di Atella (CE), Sala Municipale. A cura dell’assessorato alla cultura, una mostra fotografica intima e ricca di storia delle abitazioni atiche del territorio cttadino.
1984: “NAples-POLand-Italy” - Varsavia, Accademia Politecnica Istantanee di Napoli in progetto di scambio culturale con la città di Varsavia.
1984: “Nap...oli-olé”. - Barcellona,Primo Festival Artisti del Mediterraneo - ARCI Unico fotografo italiano invitato a partecipante alla prima rassegna europea degli artisti emergenti dei paesi del Mediterraneo, partecipa con una mostra in b/n su personalissime visioni di Napoli.
1983: “Stato Spettacolo II” - Napoli, Salone Margherita In occasione del convegno di Architettura, partecipa con una mostra sulle nuove forme-geometriche di arredo urbano